Il Nuovo Piano Particolareggiato del Centro Storico di Trieste apertura della fase di ascolto

In data odierna, 9 Dicembre 2019 l’Amministrazione comunale ha avviato la fase di ascolto, confronto e dialogo con i cittadini, con gli operatori economici e sociali e con i soggetti a vario titolo coinvolti che concorrono e/o possono dare un contributo attivo alla redazione dei nuovi strumenti di pianificazione.
In questa pagina vengono ripubblicati gli elaborati di analisi preliminari alla fase di progettazione e la Delibera di Giunta con cui sono state approvate le direttive e gli indirizzi progettuali per il nuovo Piano particolareggiato. In concomitanza è stata anche attivata la seguente casella di posta dedicata ppcs@comune.trieste.it, attraverso la quale si invita la cittadinanza ad esprimere opinioni e contributi che verranno presi in esame dagli uffici competenti.
La fase di ascolto durerà complessivamente 45 giorni e terminerà il 31 gennaio 2020.

Tra gli obiettivi principali del nuovo Piano del Centro Storico la valorizzazione del patrimonio edilizio della zona A0 per innalzare la qualità degli immobili, il rafforzamento dell’immagine della città attraverso la salvaguardia dei caratteri morfologici e architettonici peculiari, il mantenimento e valorizzazione degli spazi verdi pubblici e privati e delle alberature, al fine di costruire una rete ecologica e la valorizzazione delle aree degradate per incentivarne il riuso e la qualità urbanistica.
Gli uffici competenti stanno proseguendo con l’attività di progettazione perseguendo gli indirizzi progettuali tra i quali prioritari:

  1. la classificazione degli edifici attraverso la lettura dei caratteri tipologici e stilistici che permettono di individuarne il valore storico, architettonico e ambientale
  2. la definizione dei gradi di trasformabilità degli edifici e di parti del tessuto urbano anche con l’insediamento di nuovi edifici e/o la sostituzione di quelli esistenti, purché di elevata qualità formale;
  3. la definizione delle modalità del recupero e della riqualificazione del patrimonio edilizio esistente di valore artistico e del patrimonio dismesso;
  4. l’individuazione delle modalità incentivanti per il recupero, la rivitalizzazione socio-economica e rivolte alla conservazione attiva, attuata anche mediante l’integrazione tra residenza, servizi e commercio.
  5. l’individuazione delle modalità per la riqualificazione degli spazi aperti, ovvero dei luoghi urbani caratterizzanti il sistema insediativo (il sistema delle piazze, dei giardini, dei parchi)

E proprio su queste tematiche, l’Amministrazione comunale vuole organizzare anche dei tavoli tecnico/tematici con i soggetti portatori di interesse che potranno offrire ulteriori spunti di riflessione sul centro storico e sul suo sviluppo, indicando modalità e strategie aggiuntive per il raggiungimento degli obiettivi delle Direttive.

ELABORATI D’ANALISI

  1. Ar – Relazione di analisi
  2. As 0 – Estratti Piano Regolatore vigente
  3. As 1 – Sviluppo dei borghi 1790-1820-1860-1887-1912 – realizzati o progettati – città per isolati
  4. As 2 – Sviluppo per borghi – tracciati insediativi – città per isolati
  5. As 3 – Sviluppo del tessuto urbano 1790-1820-1860-1887-1912-1927-1960 – città per isolati
  6. As 4 – Aree esterne al centro storico primario – Confronto fra struttura urbana e zone di P.R.G.C. – città per isolati
  7. As 5.1 – Datazione dell’edificato nell’area urbana di rilevanza storico-ambientale – città per isolati-città murata
  8. As 5.2 – Datazione dell’edificato nell’area urbana di rilevanza storico-ambientale – sintesi – città per isolati – città murata
  9. As 6 – Caratteri stilistici dell’edificato nell’area urbana di rilevanza storico-ambientale – città per isolati -città murata
  10. As 7.1 – Abaco degli isolati e della positura degli edifici – occupazione del lotto nei periodi di crescita della città – città per isolati
  11. As 7.2 – Tipologia degli isolati – città per isolati
  12. As 8 – Sviluppo del tessuto urbano 1883-1912-1945-2000-2019 – città murata
  13. As 9 – Permanenza delle unità morfologiche – città murata
  14. Af 1 – Spazi pubblici e fronti edificati – città per isolati
  15. Af 2 – Dimensioni degli assi viari – città per isolati-città murata
  16. Af 3 – Valenze ambientali – città per isolati-città murata
  17. Af 4 – Zone pedonali – Zone a Traffico limitato. Perimetri Piani di dettaglio regolamento “dehors” – città per isolati-città murata
  18. Am – Analisi della mobilità – città per isolati – città murata
  19. Sr 1 – Rete fognaria – servizi a rete
  20. Sr 2 – Rete idrica – servizi a rete
  21. Sr 3 – Rete gas – servizi a rete
  22. Sr 4 – Rete elettrica – servizi a rete
  23. Ap 0 – Numerazione degli isolati – città per isolati
  24. Ap 1a – Schedature degli isolati ed edifici da isolato 001 a isolato 070
  25. Ap 1b – Schedature degli isolati ed edifici da isolato 071 a isolato 130
  26. Ap 1c – Schedature degli isolati ed edifici da isolato 131 a isolato 207
  27. Ap 2 – Schedature edifici della città murata
  28. Ap 3a – Alterazioni delle facciate al piano terra
  29. Ap 3b – Scale – Atri
  30. Ap 3c – Coperture
  31. Ap 3d – Estratti di leggi e regolamenti della città di Trieste dal 1754 al 1916
  32. AP C – Piano colore