PROROGATO AL 20 MAGGIO IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE AL PROGETTO per L’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA IN VIA PIERO DELLA FRANCESCA 4!

 

L’ AUTORECUPERO A TRIESTE. Un progetto pilota a San Giovanni

Cos’è l’autorecupero assistito

L’accesso alla casa è un problema diffuso di carattere sociale, che in Italia coinvolge sempre più famiglie. L’autorecupero assistito di immobili dismessi è una possibile alternativa per chi non riesce ad accedere al mercato immobiliare tradizionale.

L’autorecupero assistito è un processo basato sul lavoro mutuo e solidale dei futuri abitanti che si costituiscono in cooperativa e si impegnano per un numero prestabilito di ore a contribuire al cantiere sotto la direzione e con la partecipazione di esperti tecnici e professionisti del settore. I lavori saranno appaltati in regime privatistico dalla cooperativa ad imprese specializzate.

Sono elementi caratterizzanti l’intervento di autorecupero sia l’abbattimento dei costi delle opere, che la formazione di un gruppo affiatato, con ripercussioni positive sia sulla gestione futura dell’immobile sia nella creazione di una rete sociale che integri o sostituisca le reti familiari personali.

A fronte di ciò, gli autorecuperatori potranno ottenere la disponibilità di un alloggio per 30 anni ad un prezzo estremamente conveniente.

Un progetto pilota

In seguito alla Legge Regionale n. 27 del 30/12/2014] che ha introdotto nella Regione Autonoma Friuli Venezia la possibilità di accedere a contributi a favore di interventi di riqualificazione edilizia pubblica ad uso residenziale, il Comune di Trieste propone un intervento pilota di autorecupero assistito volto alla riqualificazione di un immobile sito a Trieste.

L’intervento consiste nella ristrutturazione di un edificio di proprietà del Comune di Trieste e gestito attualmente dall’Ater di Trieste, e il suo trasferimento alla nuova cooperativa tramite la concessione del diritto di superficie a tempo determinato.

Il Comune concede il diritto di superficie dell’immobile per 30 anni. I beneficiari – selezionati con le modalità di avviso pubblico – si costituiranno in una cooperativa di abitazione a proprietà indivisa, alla quale il Comune di Trieste trasferirà il diritto di superficie dell’immobile. La cooperativa potrà stipulare un finanziamento con un istituto di credito per l’importo dei lavori, che sarà ripagato in 30 anni con rate mensili indicative pari a circa € 200,00 ad alloggio.

L’abbattimento dei costi sarà rappresentato dal contributo, già approvato pari a € 239.400,00 concesso al Comune di Trieste da parte della Regione Autonoma FVG, che sarà trasferito alla cooperativa nel corso dell’attuazione del progetto, e dall’apporto di manodopera degli autorecuperatori per parte delle opere edili.

L’Immobile e il Quartiere

L’edificio oggetto di intervento si trova in via Piero della Francesca n° 4, nel quartiere di San Giovanni a Trieste.

Il quartiere è ben servito dal punto di vista commerciale; i mezzi pubblici ne permettono un rapido collegamento con il centro città e con la stazione centrale dei treni. Vi si trovano scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e scuole dell’infanzia sia in lingua italiana che slovena. Inoltre qui si concentrano diverse attrezzature sportive, quali la piscina comunale, spazi gestiti da società sportive, una bocciofila.

Poco distante dal cuore del quartiere si colloca il “Parco di San Giovanni”, in cui è possibile passeggiare godendo del verde e dove si trovano diversi servizi sanitari, tra cui il consultorio familiare.

Per la sua collocazione vicino al centro città e per la grande presenza di verde, San Giovanni è un quartiere che sempre più viene scelto dalle famiglie e da chi ama la tranquillità.

L’edificio oggetto dell’intervento di autorecupero conta 5 piani ed è suddiviso in 10 alloggi di uguali dimensioni e disposizione interna, dotati di cantina. Ogni alloggio ha una superficie di circa 53 metri quadrati ed è composto da un ingresso, un cucinino, un soggiorno, due camere e un bagno.

Costruito nel 1949, l’immobile ha mantenuto le sue caratteristiche originarie: le facciate sono intonacate e poggiano su un basamento in arenaria, il tetto è a padiglione con manto di copertura di coppi e le torrette da camino sono in mattoni faccia a vista. I serramenti, disposti secondo un gioco regolare di aperture, sono in legno, con scuri tradizionali ad alette mobili.

 

Il progetto

Il Progetto prevede la realizzazione di 10 unità abitative di uguale metratura. L’attuazione dell’intervento avverrà in regime di autorecupero assistito, da parte della cooperativa di abitazione a proprietà indivisa costituita da 10 beneficiari selezionati tramite l’avviso pubblico per la selezione dei partecipanti al progetto di edilizia residenziale in autorecupero .

Tutti documenti sono reperibili/scaricabili :

 

Tutto il percorso, successivo alla selezione dei partecipanti e fino alla consegna degli alloggi, sarà accompagnato dal gestore sociale (Cooperativa Lybra e Associazione Kallipolis). Il gestore sociale avrà la  funzione di coordinamento generale dell’intero processo di autorecupero, dall’accompagnamento dei “beneficiari” selezionati nell’iter di costituzione della cooperativa, al supporto agli stessi in tutte le procedure inerenti il percorso di autorecupero, compresa la presentazione di domanda di finanziamento presso istituti bancari.

Nel suo complesso, il progetto di autorecupero si articolerà in diverse fasi: dalla costituzione della cooperativa di abitazione a proprietà indivisa, alla predisposizione del progetto, fino all’appalto dei lavori in regime privatistico ad imprese specializzate, alla definizione dei tempi e delle modalità di lavoro da parte dei soci e all’assegnazione degli alloggi ai soci stessi.

progetto piante e prospetti.pdf

 

Lavori e costi

I lavori necessari per la riqualificazione dell’immobile prevedono il miglioramento della distribuzione interna, in particolare quelli relativi al bagno e la cucina; il rifacimento dell’impianto elettrico, termico e sanitario; miglioramento del risparmio energetico attraverso la sostituzione dei serramenti; rifacimento delle finiture interne quali pavimenti (ove necessario), rivestimenti e tinteggiature.

Inoltre si prevede di adeguare alle necessità contemporanee anche le parti comuni dello stabile prevedendo il rifacimento degli impianti condominiali e i relativi contatori, la sostituzione dei serramenti del vano scala, la tinteggiatura interna del vano scala e la sistemazione degli intonaci esterni ed eventuale cappotto esterno.

Per l’esecuzione dei lavori, l’accompagnamento e la costituzione della cooperativa è stato stimato un costo indicativo pari a  684.000,00 Euro (tale cifra verrà confermata in fase di progetto esecutivo successivamente la costituzione della cooperativa). Tenuto in considerazione il contributo regionale di € 239.400,00, la cooperativa che si costituirà dovrà sostenere un mutuo pari all’importo dei lavori meno l’importo del contributo (circa € 450.000,00 ), che sarà ripagato in 30 anni con rate mensili indicative pari a circa 200,00 ad alloggio. L’importo delle rate sarà diviso in misura equa tra i soci e corrisponderà al canone di godimento dell’alloggio.

Chi può partecipare?

I possibili beneficiari devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

  1. avere cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea, oppure avere la cittadinanza di altro Stato purché in possesso di regolare titolo di soggiorno;
  2. avere la residenza o prestare attività lavorativa in un Comune della Regione da almeno due anni o essere cittadini italiani residenti all’estero che intendono rientrare in Italia, con priorità ai residenti e/o domiciliati nel Comune di Trieste;
  3. non essere proprietari o nudi proprietari di altra abitazione ubicata sul territorio nazionale, adeguata a soddisfare le esigenze familiari;
  4. dovranno avere un reddito ISEE non superiore a 29.000,00 euro e reddito complessivo annuo non inferiore a 15.000,00 euro.

Nella redazione della graduatoria saranno considerati prioritari:

  • età media dei maggiorenni del nucleo famigliare (minore);
  • presenza di minori nel nucleo famigliare
  • residenza o domicilio nel Comune di Trieste
  • anni di residenza nel Comune di Trieste
  • anni di residenza in Regione

Come partecipare

Le domande dovranno pervenire  al Comune di Trieste – Servizio Edilizia Privata ed Edilizia Residenziale Pubblica Mobilità e Traffico – Passo Costanzi 2 – 34121 Trieste entro le ore 12:00 del giorno 30 aprile 2016 tramite raccomandata A/R, consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Trieste ubicato in via Punta del Forno 2 (orari: da lunedì a venerdì 8.30-12.30 – lunedì e mercoledì anche 14.00-16.30) o invio via posta elettronica all’indirizzo PEC  comune.trieste@certgov.fvg.it.
La modulistica e il materiale informativo, incluse le planimetrie e altro materiale relativo agli alloggi sarà disponibile presso il front-office delle ACLI provinciali di Trieste in Via San Francesco 4/1, scala A, primo piano nei seguenti orari:

Lun – Ven 9:00 – 12:00
Mar – Mer – Gio 15:00 – 18:00

Per approfondimenti e per il supporto nella compilazione della domanda, sarà messo a disposizione degli interessati uno sportello informativo denominato “SPORTELLO AUTORECUPERO” presso la sede della LYBRA – Società Cooperativa sociale – ONLUS in Via San Francesco 4/1, scala A, primo piano nei seguenti orari:

Giovedì 16.30 – 18.30

Sono previsti due sopralluoghi presso l’immobile da concordare con i soggetti interessati.
Per approfondimento degli aspetti tecnici del percorso verrà inoltre realizzato un incontro pubblico con esperti e professionisti, presso la Sala Pianigiani delle ACLI provinciali di Trieste in Via San Francesco 4/1, scala A, in una data da concordare con gli interessati.
Per informazioni si possono inoltre consultare le seguenti pagine web:
www.cooperativalybra.it  
www.kallipolis.net
www.retecivica.trieste.it
e la seguente pagina Facebook:
Gli interessati possono contattare il gestore sociale al 040773 775 oppure 040370408 – premere tasto 3 per parlare con la Cooperativa Lybra e al autorecupero@comune.trieste.it.